Chi Siamo

Noi siamo DomusPhoto, una nuova realtà che trae origini dalla passione, professionalità ed esperienza di Ornella Lotti, fotografa di professione dal 1990, formatasi sul campo affiancando uno dei maggiori ritrattisti del campo musicale italiano, declinando poi le sue esperienze in molteplici sfaccettature, passando dai ritratti in studio a quelli on stage, backstage, foto sportiva, eventi fino a sviluppare interi progetti artistici astratti.

Contattaci!
Dove Siamo:
Via alberto Ascari 22, Roma 00142 Roma RM
Telefono:
(c) Domusphoto, 2019, All Rights Reserved

Dai preparativi alla cerimonia, tutto quello che orbita intorno al matrimonio è un crescendo di emozioni.
Lacrime di gioia, felicità allo stato puro ma anche l’ansia dell’attesa e la commozione dei parenti degli sposi.

Il ruolo del fotografo è quello di rendere permanenti nel tempo tutte le emozioni che sono racchiuse in un giorno tanto speciale.
Vediamo di non farci cogliere impreparati.

Scatti d’obbligo

Di solito, per il fotografo del matrimonio, essere il più presente possibile è una prerogativa. Non solo il giorno della cerimonia. Infatti c’è chi presenzia anche durante le prove, il giorno prima. Tuttavia bisogna essere sul posto almeno 2 o 3 ore prima che tutto accada. Perché?
Perché in questi attimi si possono cogliere le facce emozionate dei genitori e degli amici più intimi, i preparativi della sposa con ottimi primi piani dato che il trucco è ancora perfetto. C’è tensione nell’aria mista a felicità e commozione e saranno i volti a descrivere la scena una volta scattata la foto.
Oltre a queste eloquenti immagini, i veri scatti d’obbligo sono quelli che coinvolgono la coppia di sposi. Vediamo l’ingresso in chiesa della sposa accompagnata dal padre, lo scambio delle fedi, il lancio del riso all’uscita, il bacio degli sposi, il lancio del bouquet e il taglio della torta. Questi sono alcuni degli scatti che non devono mancare.
Oltre a questi istanti, nel servizio fotografico, non possono mancare scatti di momenti divertenti, foto spontanee degli invitati, foto di gruppo e soprattutto non possono mancare le foto romantiche della coppia finalmente divenuti marito e moglie.

Usa la creatività

Il lavoro del fotografo di matrimoni è molto simile a quello di chi si occupa di fotografia urbana. Mescola tecnica e creatività, possiede quella capacità di cogliere subito nelle situazioni emozioni e sensazioni dei presenti.
Durante un matrimonio può succedere di tutto ed il fotografo ha l’obbligo di essere un bravo osservatore. Per far si che niente venga tralasciato, bisogna avere uno spiccato spirito di osservazione che è ciò che accomuna i fotografi di strada con i fotografi di matrimonio.
Scherza con gli amici degli sposi, prendi confidenza con i genitori ed i parenti e cerca di integrarsi al meglio nella situazione. Studia bene i luoghi del servizio così da sfruttare al massimo l’ambiente. Essere un buon fotografo significa anche mettere a proprio agio i soggetti da immortalare e sfrutta la location per degli scatti incredibili. Fatti venire in mente qualche idea bizzarra ma sii creativo. Questo sarà apprezzato a lavoro finito. Con quale attrezzatura è meglio presentarsi?

Come attrezzarsi

La scelta dell’attrezzatura nella maggior parte dei casi è conseguente alle esigenza. Per quanto riguarda i matrimoni c’è un certo standard. Oggi si usano molto spesso delle reflex 35 mm con necessario obiettivo tra il 35 e l’85 mm., immancabili ovviamente cavalletti e treppiede. Senza questa attrezzatura “minima” è difficile parlare di fotografie con un minimo di professionalità.
Per quanto riguarda la tecnica di scatto, come già detto: l’importante è essere creativi, offrire degli scatti assolutamente unici, un matrimonio può offrire decine di momenti degni di essere immortalati, quindi evita di cercare i soliti scatti banali che, fanno tutti, ma non lasciano mai a bocca aperta.

Se hai bisogno di un fotografo che immortali i momenti più belli del tuo matrimonio, contattaci!

Lascia un Commento

X